venerdì 31 ottobre 2014

YOGURT: COME FARLO IN CASA CON YOGURTIERA E COME FARE in casa LA PHILADELPHIA(TM)



Yogurt fatto in casa, che bontà! E se si ha la yogurtiera è semplicissimo farlo! Basta partire da un buon yogurt di base bianco e con scadenza molto lontana dalla data in cui si decide di preparare il nostro yogurt e un buon latte intero UHT. Nel mio caso ho usato una yogurtiera a 7 vasetti e l’ho fatta ‘lavorare’ per 15 ore, possibilmente di notte.



. Prendete un

giovedì 30 ottobre 2014

TUTORIAL: COME RINFRESCARE IL LIEVITO MADRE


Ciao ragazzi, voglio mostrarvi il metodo più semplice ed efficace per rinfrescare il lievito madre. Si tratta di un rinfresco al 50% di umidità, cioè usando la metà (il 50% appunto) del peso iniziale del lievito da rinfrescare di acqua. Esistono impasti per cui è necessario un rinfresco all’80% di umidità e per quelli basta semplicemente aggiungere  l’80% del peso in acqua.

Innanzitutto occorre precisare che è un’operazione da fare ogni 2 settimane max, con l’accortezza di tenere il lievito in frigorifero nel frattempo. Inoltre, cercate di mantenere un piccolo quantitativo  di lievito, che risulterà più semplice da rinfrescare ed anche meno dispendioso ( cioè: se avete 500 g di lievito da rinnovare avrete bisogno dello stesso peso in farina, ma se partite da 100 g dovrete usare solo 100 g di farina e avrete meno lievito prodotto e meno spreco di farina).

Si parte dal lievito madre (quello in questione ha appena compiuto un anno e raddoppia in media ogni 3-4 ore): io ho rinfrescato circa 300 g di pasta

Si procede aggiungendo la metà in peso di acqua a T ambiente: circa 150 ml

mercoledì 29 ottobre 2014

CONSERVE D'AUTUNNO: COME PREPARARE LE OLIVE VERDI IN SALAMOIA.


È tempo di olive, di dolcificarle e conservarle in salamoia per poi farne scorpacciate durante l’inverno ed i periodi in cui se ne trovano più.

La mia mamma ogni anno ne prepara un po’, così da averne da parte tra le conserve per tutto l’anno.


  • Seleziona delle grosse olive sode, senza segni né puntini e le lascia in una soluzione costituita da

20 g soda caustica (per kg di olive da trattare) sciolta in poca acqua tiepida all’interno di un recipiente alto e poi versata sulle olive ricoperte a pelo da altra acqua, per  24 ore.

Questa operazione serve a dolcificare le olive e a renderle anche più morbide e masticabili.

NB. Per questa operazione occorre

martedì 28 ottobre 2014

TUTORIAL: COME FARE LE CALDARROSTE.


È autunno e con esso è tempo di castagne, è inutile negarlo, ed anche se nei negozi hanno un costo spropositato (si aggirano intorno alle 4 euro miei cari!) sfido chiunque a dirmi che almeno una volta non abbia ceduto (o lo farà entro la fine della stagione) ad acquistarle e a mangiarle in quanti più modi si conoscano: crude, bollite e le mitiche caldarroste!


Eh già, di quest’ultime poi ne mangeremmo a quintali! Appena vengono messe in padella vorremmo fossero già pronte, ma in verità, le caldarroste a mio onesto parere devono risultare farinose e morbide e non croccanti come fossero fresche e crude, quindi necessitano di tempo e pazienza.

Ecco la mia versione per prepararle:

lunedì 27 ottobre 2014

PARURE PERLE DI CRISTALLI E CUORI.





Mi è stata commissionata qualche giorno fa, come idea regalo per una laurea. Dono che doveva risultare grazioso, come se acquistato in negozio, ma non troppo impegnativo; inoltre, essendo destinato ad una ragazza che si conosce da poco, la scelta di colori e modelli è stata ancora più azzardata.

Alla fine, ho optato per qualcosa di neutro, che potrebbe piacere un po’ a tutte: mezzi cristalli fumèe per creare delle perline, 2 incastrate in una sottile catenella per la collana e 1 centrale a mò di ciondolo insieme ad un cuore e a 1 pallina sfaccettata argento.  Ai lati ho inserito 2 piccoli cuori.


Per gli orecchini ho usato un pattern simile al ciondolo: una perlina di cristalli e la pallina sfaccettata montati su un chiodino T chiuso poi ad asola e un piccolo cuore annesso tramite qualche anellino. Il tutto con monachella semplice.




Che ve ne pare?

Baci baci, alla prossima! Catia
NB. SE VOLETE VEDERE COME CREARE LE PERLE DI CRISTALLI ( MODELLO SEMPLICE CON 12 CRISTALLI) VI RIMANDO A QUESTO VIDEO, che trovo ben fatto e ben spiegato da Sara Spoltore (qui si usano cristalli bicono, ma con i mezzi cristalli l'effetto pallina è molto più visibile e gradevole!). BUONA VISIONE.

mercoledì 15 ottobre 2014

ROLLINI ALLA NUTELLA. CON LIEVITO MADRE!

Buondì! Come va? Oggi voglio mostrarvi un’idea dolce per recuperare il lievito madre.

Nel mio caso, si tratta di un lievito al 50% d’idratazione (quindi rinfrescato usando il 50% in peso di acqua) piuttosto solido, che non ho rinfrescato prima di creare l’impasto da usare per dei rollini con ripieno di cioccolato.

La ricetta he ho messo in atto prevede:

300 gr di pasta Madre rinfrescata 1 settimana prima
700 gr di farina “00”
200 gr di zucchero

lunedì 13 ottobre 2014

TORTA DI COMPLEANNO IN RITARDO: RICOTTA E CIOCCOLATO, SEMPLICE E GUSTOSA!


Ciao amici come va?

Vi è mai capitato per qualche motivo di rimandare il vostro piccolo rituale di compleanno e poi di rifarlo anche solo poche settimane dopo? Ben, io per il mio compleanno (che è stato i primi di settembre a dire la verità!) ero impegnata con il matrimonio e poi con tutto ciò che ha avuto a che fare con il furto (denuncia, inventario, voglia di dimenticare quella deturpazione dispettosa, insomma un po’ di cose!). Negli ultimi giorni ne ho approfittato per dedicarmi un dolce: niente panna, niente candeline né altre tipiche ostentazioni ‘compleannose’! Ho preparato un dolce con ricotta e pezzetti di cioccolato,


La ricetta presa da qui che ho riprodotto quasi perfettamente, con ricotta di mucca però e mezza stecca di cioccolato anziché 50 g di gocce.
Per 1 tortiera da 22 cm:

domenica 12 ottobre 2014

PAN BRIOCHE SIMPATICO DA APERITIVO!


Ciao eccomi di nuovo in cucina! Sono stata da mia sorella  questo sabato e per una sorta di aperitivo ha deciso di preparare dei ‘maialini’ nel vero senso della parola con formaggio e prosciutto cotto. Al mio arrivo l’impasto era già bello che lievitato ( ma se voleste farlo vi rimando QUI, con l’accortezza di usare metà lievito di birra per 500 g di farina e  non uno completo!) e abbiamo proseguito con la formazione delle testoline ripiene:

Ecco un piccolo tutorial fotografico delle parti da realizzare e di come assemblarle!

Buona visione!
- Stendete parte dell’impasto a uno spessore di 3 mm circa e ritagliate dei

martedì 7 ottobre 2014

CIAMBELLE AL FORNO. RICETTA BOMBOLONI


Buongiorno mondo! Come state amici? Con la sottintesa voglia nel cuore di un morbido morso a un dolce poco unto, senza uova, lievitato mi sono imbattuta in un foglietto su cui avevo scritto un paio di ricette. Una ha colpito la mia fantasia: BOMBOLONI AL FORNO. Mmm, volevo prepararli già da qualche tempo, ma il tempo di domenica mi ha messo proprio in modalità inverno e con questa si accompagna la voglia di accendere il forno e fare un dolce per la colazione o per il caffè di fine pasto.

Premetto di non ricordare la fonte da cui ho preso la ricetta, ma se qualcuno la riconosce me lo facesse presente così inserisco il link! Ecco le dosi per circa  12- 14 ciambelle:

600 g farina 00

domenica 5 ottobre 2014

NUOVO CIONDOLO...

Ciao ragazzi e buon ottobre! Vi saluto con un nuovo arrivo tra i miei gioiellini.

Creato oggi pomeriggio, sprecando veramente molto tempo per infilare e intrecciare perline argento per fare in modo che facessero da 'cestino', da